Ingresso lavoratori stranieri per EXPO 2015, definite le procedure

0
315

Il ministero dell’Interno e il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali hanno individuato le istruzioni operative per l’ingresso in Italia dei lavoratori extracomunitari che potranno entrare per i lavori – costruzione, allestimento e smantellamento dei padiglioni – relativi all’Esposizione Universale di Milano del 2015 (EXPO 2015).Le istruzioni, rivolte alla prefettura e alla direzione territoriale del Lavoro di Milano, sono contenute nella circolare congiunta 21 luglio 2014.
Il numero di stranieri ammessi per l’EXPO è di 2000 unità, nell’ambito della programmazione di flussi di ingresso dei lavoratori non comunitari per lavoro stagionale e altre categorie previsti dal decreto del presidente del Consiglio dei ministri 25 novembre 2013.Questi i periodi di ingresso: fino al 31 marzo 2015 e da dicembre 2015 fino al termine dell’attività di smantellamento, comunque non oltre il 30 giugno 2016. Le tipologie di ingresso prevedono sia il distacco di lavoratori stranieri dipendenti da aziende straniere che l’assunzione da parte di aziende italiane o stabilite in Italia. Le richieste di ingresso vanno presentate per via telematica allo sportello unico della prefettura di Milano dal commissario generale di Expo, dal commissario di sezione dei Paesi partecipanti o dal direttore dei partecipanti non ufficiali per conto del rappresentante legale dell’azienda interessata.

L’accesso al sistema informatico, dove è disponibile anche la modulistica, è consentito previo rilascio di apposite credenziali da parte di EXPO 2015 Spa.