Aliquote TASI: il 10 settembre è il termine ultimo per comunicare la delibera al Ministero

0
237

Quasi tutti i Capoluoghi di Regione (tranne L’Aquila, Potenza e Palermo) e più della metà degli altri Comuni italiani hanno deciso le aliquote TASI 2014 pubblicando la delibera IUC sul sito del Dipartimento delle Finanze. Le delibere approvate e inviate sono circa 5mila:  poche ore dal termine del 10 settembre (domani), mancano ancora 3mila amministrazioni all’appello.I Comuni devono inviare le delibere entro il 10 settembre ma il sito delle Finanze ha tempo fino 17 settembre 2014 per pubblicarle. Pertanto prima di quella data non si potrà disporre dell’elenco aggiornato e definitivo.
Scadenze
I comuni che approvano e comunicano   alla piattaforma telematica del Ministero le delibere TASI entro il 10 settembre chiameranno i contribuenti alla cassa per l’acconto entro il 16 ottobre. I Comuni che non rispetteranno la scadenza  incasseranno il tributo sui serizi indivisibili in un’unica soluzione, insieme al saldo IMU-TASI entro il 16 dicembre. Per  i contribuenti che hanno già versato l’acconto in giugno saranno chiamati al saldo di dicembre.

Singolare è il caso di  Positano dove la TASI è pari a zero, sia sulle prime case sia sugli altri immobili.  Il Comune aveva già esentato i contribuenti dalla TASI per gli immobili diversi dall’abitazione princiale in tempo per l’acconto di giugno, mentre ora sono state esentate anche le prime case. Il Comune ha potuto prendere questa decisione grazie a un bilancio 2013 in attivo (avanzo di 1,3-1,4 miliardi).