Guardia di Finanza: Concorso per 830 Allievi Marescialli

0
86

La Guardia di Finanza ha aperto un bando di concorso per l’ammissione di 830 allievi marescialli al 91° corso presso la Scuola ispettori e sovrintendenti della Guardia di finanza per l’anno accademico 2019 / 2020. 

Suddivisione dei posti

Gli 830 posti disponibili sono così suddivisi:

  • 768 allievi marescialli del contingente ordinario;
  • 62 allievi marescialli del contingente di mare, così suddivisi:
    • 16 per la specializzazione nocchiere abilitato al comando (NAC);
    • 8 per la specializzazione nocchiere (NCH);
    • 36 per la specializzazione tecnico di macchine (TDM);
    • 2 per la specializzazione tecnico dei sistemi di comunicazione e scoperta (TSC).

Requisiti di ammissione

Possono partecipare al concorso gli appartenenti al ruolo sovrintendenti e al ruolo appuntati e finanzieri, gli allievi finanzieri e gli ufficiali di complemento o in ferma prefissata, che abbiano completato diciotto mesi di servizio, del Corpo della guardia di finanza in possesso dei seguenti requisiti:

  • non aver superato i 35 anni di età;
  • non aver demeritato durante il servizio prestato;
  • se in servizio permanente, non essere stati dichiarati non idonei all’avanzamento al grado superiore;
  • non risultare imputati o condannati;
  • non siano sottoposti a un procedimento  disciplinare di corpo da cui possa derivare l’irrogazione di una sanzione più grave della consegna, a un  procedimento  disciplinare di stato o a un procedimento disciplinare ai sensi  dell’art. 17 delle norme di attuazione, di coordinamento e transitorie del codice di procedura penale (decreto legislativo 28 luglio 1989, n. 271);
  • non siano sospesi dal servizio o dall’impiego ovvero in aspettativa;
  • non siano già stati rinviati, d’autorità, dal corso allievi marescialli, ovvero da corsi equipollenti, della Guardia di finanza.

Possono partecipare al concorso i cittadini italiani, anche se già alle armi, in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere età compresa tra i 17 e i 26 anni;
  • abbiano, se minorenni alla, il consenso dei genitori o del genitore esercente in  via esclusiva la potestà o del tutore per l’arruolamento;
  • godano dei diritti civili e politici;
  • non siano stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
  • non essere stati obiettori di coscienza;
  • non essere stati dimessi, per motivi disciplinari o per inattitudine alla vita militare, da accademie, scuole, istituti di formazione delle Forze armate e di polizia;
  • non essere stati condannati;
  • essere in possesso delle  qualità morali e di condotta stabilite per l’ammissione ai concorsi della magistratura ordinaria;
  • non essere già stati rinviati, d’autorità, dal medesimo corso.

Prove d’esame

Lo svolgimento del concorso prevede:

  • prova preliminare, consistente in  questionari a risposta multipla
  • prova scritta di composizione italiana
  • prova di efficienza fisica
  • accertamento dell’idoneità psico-fisica
  • accertamento dell’idoneità attitudinale
  • prova orale di cultura generale
  • prova facoltativa di una lingua estera, consistente in un esame scritto e orale nella lingua prescelta
  • prova facoltativa di informatica
  • valutazione dei titoli

Domanda e scadenza

La domanda di partecipazione al concorso deve essere compilata esclusivamente mediante la procedura informatica disponibile sul sito della gdf, entro il 12 aprile 2019

bando

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here