Cucina e dintorni/ Estate, anche le insalate diventano ‘gourmet’

0
88

di Stefano Manocchio*
Si è portati a pensare che nel periodo estivo l’interesse verso la cucina diminuisca, soprattutto nei momenti di gran caldo quale quello attuale; ed in parte è vero, perché diventa difficile creare interesse intorno ad un filetto caldo o un piatto di pasta fumante con temperature ben sopra i 30°.
In queste condizioni si tende a privilegiare, anche come primi, le insalate, nel caso di riso o di pasta e le insalate vegetali. Tutto fermo, quindi? Niente affatto, la gastronomia è una macchina anche mediatica, che deve continuare a camminare. Chef e cuochi giocano la carta della presentazione: i primi piatti freddi diventano coloratissimi, le insalate aggiungono ingredienti esotici, abbinando ad esempio alle verdure classiche, frutta tropicale e aggiungendo spezie delicate. L’insalata di pasta, che prima al massimo era ‘tricolore’ (con rucola, pomodorini e mozzarella) adesso diventa di sei sette colori e chef stellati propongono aggiunte di ogni tipo. Si tende ad insidiare il primato di una ‘storica’ ricetta, presentata in una nota trasmissione televisiva da una bravissima chef campana, che era composta da ben 50 ingredienti!
La cucina è evoluzione, sempre e non si può fermare.
LA RICETTA DELLA SETTIMANA. Risotto con fiori di zucca. Togliere i pistilli e i gambi ai fiori di zucca, lavarli ed asciugarli con delicatezza, preparare brodo vegetale e, a parte, far appassire la cipolla in padella con un poco dello stesso brodo, poi aggiungere i fiori di zucca, tagliati a listelli, e farli a sua volta appassire lentamente. Aggiungere il riso e farlo insaporire, far sfumare del vino bianco a fiamma vivace, aggiungere zafferano e versare ancora brodo caldo e mescolare, per altri 15 minuti di cottura, poi spegnere la fiamma. In impiattamento aggiungere trito di prezzemolo fresco.
*giornalista appassionato di cucina

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here