Piacenza/ Il medico che effettua tamponi porta a porta

0
22

Sulle modalità di utilizzo dei tamponi ‘anti-Civid-19’ gli scienziati sono divisi.
La tesi per cui il tampone fa effettuato casa per casa, “perché la terapia anti-virale funziona percentualmente meglio quanto prima viene iniziata”, è sostenuta dal primario di Oncologia dell’ospedale di Piacenza. Lo stesso da qualche giorno ha deciso di andare a casa delle persone con sintomi da coronavirus per sottoporle a tampone nasale, verifica dell’ossigenazione del sangue con saturimetro e se necessario anche ecografia toracica.
“Prescriviamo una terapia semplice, tre pastiglie al giorno, diverse una dall’altra: un antivirale puro, un antimalarico che potenzia l’effetto antivirale e un farmaco utilizzato per malattie autoimmuni. In attesa dell’esito del tampone iniziamo la cura subito, tenendo poi sotto controllo in remoto i pazienti” sostiene l’oncologo.