Sicilia/ Blitz della Guardia di Finanza per gli appalti sulla sanità, dieci arresti

0
13

Terremoto nella sanità siciliana, investita da una maxi inchiesta sugli appalti. Diciotto le persone fisiche, cinque quelle giuridiche, dieci gli arresti. Tra gli indagati spunta il nome di un deputato regionale: è accusato di turbativa d’asta perché avrebbe chiesto un favore per una ditta, in cambio di un sostegno alla nomina di alto dirigente ai vertici dell’ufficio sanitario.
La maxi operazione della Guardia di Finanza avrebbe svelato un intreccio perverso su un sistema che avrebbe consentito di pilotare appalti milionari della sanità in Sicilia.
Gli investigatori avrebbero accertato un giro di mazzette che ruotava intorno alle gare indette dalla Centrale Unica di Committenza della Regione Siciliana e dall’ASP 6 di Palermo per un valore di quasi 600 milioni di euro. FOTO DI REPERTORIO