Terminus consulenza/ Finanziamenti ‘Resto al Sud’, le novità del 2020

0
20
  • ll gruppo Terminus offre un servizio di consulenza sui bandi di finanziamento attivi o di interesse specifico per le aziende e Pmi. Per saperne di più potrete contattarci inviando mail al seguente indirizzo: [email protected]
  • Il bando di finanziamento ‘Resto al Sud ‘ è ancora attivo, ma da quest’anno prevede alcune modifiche. Ricordiamo che:
  • I finanziamenti possono arrivare ad un massimo di 50.000 euro a soggetto, il tetto massimo può salire fino a 200.000 euro se la domanda viene presentata da più soggetti facenti riferimento al medesimo progetto.
  • Le agevolazioni consistono in un finanziamento a copertura del 100% delle spese, articolato in:
  • un contributo a fondo perduto fino al 35% del programma di spesa;
  • un finanziamento bancario, del 65%, concesso da un istituto di credito aderente alla convenzione tra Invitalia e ABI.
  • Le novità del bando Resto al Sud per il 2020:
  • Limite di età Innalzamento del limite di età a 45 anni. Possono presentare la domanda:
  • senza limiti temporali, tutti coloro che non hanno ancora compiuto 46 anni
  • fino al 31/12/2020, chiunque non aveva compiuto 46 anni alla data del 01/01/2019. Dal 01/01/2021 il requisito deve essere invece posseduto alla data di presentazione della domanda
  • senza alcun limite di età, chiunque vuole avviare un’attività imprenditoriale in uno dei 24 comuni compresi nel cratere sismico del Centro Italia
  • Attività ammesse: Estensione degli incentivi alle attività libero professionali svolte in forma individuale e come società tra professionisti (STP). Può presentare la domanda:
  • chi nei 12 mesi precedenti alla presentazione della domanda non risulta titolare di partita IVA
  • chi, pur titolare di partita IVA nei 12 mesi precedenti alla presentazione della domanda, non l’ha mai movimentata
  • chi, pur titolare di partita IVA nei 12 mesi precedenti alla presentazione della domanda, l’ha movimentata ma per attività associata a un codice Ateco non identico fino alla 3° cifra di classificazione Per le società tra professionisti è ammessa la presenza di soggetti senza i requisiti per massimo 1/3 della compagine sociale.
  • Estensione territoriale. Possono presentare domanda anche gli aspiranti imprenditori residenti (o che si impegnano a trasferire la residenza) nei 116 comuni di Lazio, Marche e Umbria.