Coronavirus, oggi l’UE apre le frontiere a 15 Paesi, gli USA restano fuori

0
7

Oggi è la prova del nove: riaprono le frontiere esterne dell’Unione europea che dà il via libera agli ingressi da 15 Paesi terzi. Nella lista approvata a maggioranza qualificata dai 27 – inclusa l’Italia – e da altri quattro paesi che fanno parte dello spazio Schengen (Islanda, Norvegia, Svizzera e Liechtenstein) c’è anche la Cina, solo a condizione che lasci entrare gli europei, ma sono esclusi gli Stati Uniti.
I 15 Paesi sono: Algeria, Australia, Canada, Georgia, Giappone, Montenegro, Marocco, Nuova Zelanda, Ruanda, Serbia, Corea del Sud, Thailandia, Tunisia e Uruguay, con l’inclusione della Cina ma solo in base al criterio di reciprocità.

L’Italia resta cauta: la quarantena prevista dagli arrivi extra Schengen resta in vigore, ha infatti fatto sapere il ministro della Salute, Roberto Speranza spiegando che “la situazione a livello globale resta molto complessa. Dobbiamo evitare che vengano vanificati i sacrifici degli italiani negli ultimi mesi”.