Cucina e dintorni/ Mangiare sano o di gusto?

0
30

di Stefano Manocchio*

E’ la disputa di sempre all’interno della gastronomia, non solo nazionale: la cucina ‘salutista’ è quella giusta o si può mangiare in maniera salutare senza rinunciare ai sapori e anche ai condimenti? Un’insalata mista, soprattutto se ricca, può essere una pasto soddisfacente o è solo un ‘sacrificio’ in nome del benessere? Non si tratta solo di affermare l’innovazione contro la tradizione, di mettere di fronte cultura cittadina e contadina: è il contrasto che si ripete ovunque, all’interno dell’ambiente dei dietologi come in quello della ristorazione, tra gli accademici della cucina e i cuochi di campagna.

Allora la sintesi. E’ indubbio che un magiare leggero non provochi problemi intestinali, a meno che non sia accompagnato, ad esempio, da molto sale o da un’annaffiata esagerata di aceto e da un ‘fiorire’ di spezie piccanti a supporto; ma di contro un piatto di pasta al pomodoro e anche una carne in padella, se non ‘affogata’ nell’olio sono alimenti genuini e che non incidono negativamente sulla salute.

E’ una questione di portate, condimenti, dimensioni e numero delle razioni, densità delle salse, abuso di alcol di accompagnamneto, utilizzo razionale di carboidrati e proteine. In sostanza si può mangiare spesso l’insalata senza rinunciare a carne ben condita e pasta, o anche pizza; dall’altro lato si può mantenere il gusto senza esagerare con olio e burro, casomai limitando i fritti a ‘comparsate’ occasionali e senza salare tutto all’inverosimile.

Genuino è un disocrso, di qualità un altro: come sempre il ‘giusto mezzo’ accontenta tutto e tutti.

LA RICETTA DELLA SETTIMANA. Spaghetti ai peperoni Abbrustolire i peperoni in padella , con olio, poi farli riposare e tagliarli a listelli sottili a condire con aglio olio e pepe e mettere in forno a 180° per 15 minuti. Far bollire la pasta e una volta cotta farla scottare in padella con olio, aglio e pepe. In impiattamento aggiungere i peperoni e una spolverata di prezzemolo fresco

*giornalista appassionato di cucina