Milano, discoteca in Darsena: CODACONS presenta esposto in Procura

0
6

Gli organizzatori della maxi-discoteca allestita alla Darsena e tutti i soggetti che hanno preso parte al rave clandestino dovranno essere identificati e nei loro confronti dovranno scattare le dovute indagini penali.

“Quanto accaduto sulla Darsena è un vero e proprio attentato alla salute pubblica – afferma il Presidente Codacons, Marco Maria Donzelli – Centinaia di giovani ammassati e senza mascherina che ballano per ore incuranti dei divieti e dei rischi sanitari, senza alcun intervento delle forze dell’ordine e delle istituzioni, non solo rappresenta una immagine raccapricciante per Milano e per l’Italia intera, ma costituisce veri e propri reati”.
Per tale motivo chiediamo alla Procura di intervenire aprendo una apposita inchiesta volta ad individuare organizzatori e partecipanti al rave-party e procedere nei loro confronti per la fattispecie di concorso in epidemia colposa e reati contro la salute pubblica.

Pubblicità