Logistica/ Bureau Veritas: Nuova “BARRIERA” Anti-Covid,a Unicoop Tirreno la prima Iso Pas 45005

0
6

Con l’assegnazione di una delle prime certificazioni ISO PAS 45005, riconosciuta a Unicoop Tirreno – Cooperativa di consumatori con sede e Piombino (LI) e presente con 94 supermercati, due piattaforme logistiche, 3.500 dipendenti e 580.000 soci in Toscana, Lazio, Umbria – Bureau Veritas Italia compie un ulteriore passo avanti nella gestione delle procedure per prevenire e affrontare il rischio Covid. ISO PAS 45005 è una sorta di “norma inclusiva” che riunisce le migliori pratiche internazionali su come gestire la salute e la sicurezza dei dipendenti e delle parti interessate durante la pandemia COVID-19, integrando le linee guida e le normative nazionali esistenti. Il documento ISO per la “Gestione della salute e sicurezza sul lavoro – Linee guida generali per lavorare in sicurezza durante la pandemia Covid-19” è applicabile alle organizzazioni di tutte le dimensioni e settori, comprese quelle che:

a) hanno funzionato durante tutta la pandemia;

Pubblicità

b) stanno riprendendo o pianificando di riprendere le operazioni dopo la chiusura totale o parziale;

c) hanno rioccupato i luoghi di lavoro che sono stati chiusi in tutto o in parte;

d) sono nuove e hanno in programma di operare per la prima volta.

Unicoop Tirreno Società Cooperativa è dimensionalmente e qualitativamente (per gli sforzi attuati nella tutela del personale dal rischio Covid) la prima grande organizzazione a dotarsi in Italia di questo strumento che si traduce in una vera e propria guida operativa applicabile ad aziende di varie dimensioni e caratteristiche.

La ISO PAS 45005 fornisce indicazioni relative alla protezione dei lavoratori di ogni tipo (lavoratori dipendenti dall’organizzazione, lavoratori di fornitori esterni, appaltatori, lavoratori autonomi, lavoratori interinali, lavoratori anziani, lavoratori disabili e soccorritori, …) e di altre parti interessate pertinenti (ad esempio visitatori di un posto di lavoro, compreso il pubblico).

È applicabile anche dalle aziende non certificate ISO 45001, ma che vogliono dare evidenza dell’implementazione di azioni di controllo e di gestione efficaci durante il periodo pandemico, basandosi su un protocollo tecnico riconosciuto internazionalmente.

Star comunicazione in movimento/ Barbara Gazzale

www.starcomunicazione.com

Pubblicità