Lavoro/ Norme sulla sicurezza e verifiche degli impianti: regole certe e sanzioni pesanti per i trasgressori

0
2

Sono norme importanti, quelle sulla sicurezza, lsoprattutto alla luce dei tanti incidenti sul lavoro che si verificano in Italia, spesso anche gravi o addirittura mortali. Si tratta di adempimenti chiari e periodici, che vanno rispettati dalle imprese e la a cui trasgressione comporta sanzioni amministrative di una certa rilevanza.

La normativa sulla sicurezza di cui alla Legge 81/2008, è meglio conosciuta come Testo Unico sulla Sicurezza; riguarda tutte le imprese ad eccezione delle ditte individuali e le imprese familiari, entrambe senza dipendenti. Sono quindi soggetti alle disposizioni della Legge 81/2008 i titolari di ditta individuale con dipendenti e i soci di qualsiasi tipo di società, sia con dipendenti che senza.

Pubblicità

Dicevamo delle sanzioni amministrative: un esempio può servire a capire la severità delle stesse nelle fattispecie gravi.

È stato previsto che con il 10% di lavoratori in nero l’attività sarà sospesa; stesso provvedimento sarà preso in diversi altri casi, tra cui si segnala solo a titolo di esempio: 1) Mancata elaborazione DVR (con sanzione di € 2.500); 2) Mancata elaborazione del Piano Antincendio (con sanzione di € 2.500); 3) Mancata formazione ed addestramento (con sanzione di € 300 per ciascun lavoratore); 4) Mancata costituzione del servizio di prevenzione e protezione e nomina del relativo responsabile (con sanzione di € 3.000); 5) Mancata elaborazione piano operativo di sicurezza (POS) (con sanzione di € 2.500).

Per mettersi in regola, tra gli adempimenti dovuti, occorrono tutti i corsi sulla sicurezza, la redazione del DVR, la nomina del responsabile della sicurezza, la nomina del medico competente, le visite periodiche e/o preventive dei dipendenti.

Sempre continuando con gli esempi, vediamo cosa succede per le verifiche sugli apparecchi di sollevamento: il mancato rispetto prevede una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 500 a euro 1.800 per il datore di lavoro ed il dirigente.

Continueremo a trattare l’argomento che è ampio ed interessa una moltitudine di soggetti.

Pubblicità