Cinema/ ‘Giovanna, storie di una voce’ in visione nei cinema italiani

0
10

La Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico è lieta di annunciare che il film documentario GIOVANNA, STORIE DI UNA VOCE,  di Chiara Ronchini (Nessuno ci può giudicare, Bulli e pupe – una storia sentimentale degli anni ’50) che racconta vita, pensiero, carriera e svolte di Giovanna Marini, la più importante voce della musica popolare italiana, è attualmente in visione nelle sale cinematografiche italiane.  Il film è distribuito da Luce Cinecittà con un tour di proiezioni evento alla presenza della regista e della protagonista, con incontri, collegamenti, dibattiti. A questo link è possibile consultare l’elenco degli esercizi e degli orari di programmazione: https://cinecitta.com/public/uscite/giovanna_sale.pdf

 Prodotto da Luce Cinecittà con A_Lab il film squaderna oltre 60 anni di una carriera incredibile, della grande artista e ‘pasionaria’ della nostra tradizione musicale: una vita di canti, racconti, incontri per tutto il Paese, a fianco di compagni di strada come Pasolini, Calvino, Dario Fo, Roberto Leydi, Francesco De Gregori, Gianni Bosio, con cantanti contadini come Giovanna Daffini, raccontando lotte, passaggi storici e personali, con quella che lei chiama ‘musica, ma dall’altra parte del Potere’. In un modo politico e personalissimo di accompagnare i grandi movimenti riformatori del Paese, le lotte operaie, le lotte femministe, la controcultura americana, sempre con l’attenzione per la storia viva, quella dei ‘non famosi’ non scritta sui libri. Un racconto fluido come una conversazione e come un canto, intrecciato con un viaggio nel tempo e nell’Italia dalla fine degli anni ’50 a oggi, e in dialogo perfetto con preziose immagini di numerosi archivi: l’Archivio Luce, AAMOD, Teche Rai, Istituto Ernesto De Martino, Home Movies.

Pubblicità

 Una lunga bellissima complessa storia di una donna, e allo stesso tempo di un paese, in cui le immagini scorrono come una voce narrante, e la voce di Giovanna riempie lo schermo di immagini. Un viaggio visivo e sonoro che ripercorre vita voce e pensiero di questa Instancabile musicista, cantante, compositrice, ricercatrice, insegnante, interprete battagliera e riflessiva delle lotte sociali e umanitarie.

 “Giovanna Marini è una figura complessa, che sfugge alle semplificazioni”, sottolinea la regista Chiara Ronchini. “Musicista, interprete, compositrice, didatta, è voce unica nel panorama sonoro. In quel particolare utilizzo della voce, nella postura, nel timbro, nella struttura ritmica c’è qualcosa che rompe fortemente con il sistema precostituito, con la chiesa, lo stato, l’economia… proponendo a chi l’ascolta una visione altra, meno sicura, meno semplice, ineffabile, per usare una sua parola.Lavorando con l’Archivio storico mi appassiona il processo di ri-significazione, ri-utilizzo oltre la fonte storica. Materiale come custode di qualcosa di profondamente vivo, culturalmente e sociologicamente, strumento per una rilettura circolare del passato, delle rovine, delle culture subalterne del nostro paese. Che lontane dall’essere morte o passate, conservano possibilità di riscatto per il nostro tempo, presente e futuro.”

Pubblicità