Ambiente, Rota (Fai Cisl): L’Europa finanzi le imprese della pesca, sostenendo chi recupera plastica e rifiuti

0
42

“Dobbiamo fare in modo che l’Europa finanzi le imprese della pesca per la cura del nostro mare, sostenendo chi recupera plastica e rifiuti. Anche a livello legislativo, serve una norma europea che riconosca questo ruolo attivo, partecipato, ai nostri pescatori, che sono sentinelle del mare ma negli ultimi anni hanno visto ridursi gravemente redditi e giornate di lavoro”.Lo ha detto il segretario generale della Fai Cisl Onofrio Rota intervenendo al quinto Congresso dell’Effat, la federazione europea dei sindacati dell’agroalimentare e del turismo, in corso a Zagabria.“Guardiamo alle tante aree di crisi – ha aggiunto il sindacalista – e guardiamo anche all’escalation di certe guerre commerciali che non preannunciano nulla di buono per lavoratrici e lavoratori, in particolare per chi opera nel Made in Italy e nel Made in Europe, e che rendono necessarie diverse compensazioni a tutela di lavoratori e produttori. Ma crediamo fortemente nel ruolo dell’Effat, che è diventato sempre più strategico. Per questo chiediamo di intensificare i rapporti con la Fai Cisl e tutti i sindacati italiani di categoria, anche fissando un meeting annuale che riporti le azioni della Federazione europea”.In chiusura, Rota ha ringraziato Harald Wiedenhofer, segretario generale uscente, ed Ermanno Bonaldo, presidente aggiunto, per il lavoro svolto, augurando buon lavoro a Kristjan Bragason, eletto oggi nuovo segretario generale dell’Effat.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here