Economia, Rota (Fai Cisl): “Sulla plastic tax il governo apra un tavolo”

0
14

“La plastic tax anche se rivista continua a preoccuparci perché così come formulata impatta ancora pesantemente su lavoratori e imprese: chiediamo al Governo di ripensarci, di aprire già dal prossimo mese un tavolo per valutare quali misure adottare per pianificare il futuro della plastica nel nostro Paese. L’improvvisazione su questi temi ripropone un contrasto tra difesa dell’ambiente e lavoro che speravamo di non dovere più affrontare”. Lo ha detto il segretario generale della Fai Cisl Onofrio Rota intervenendo oggi a Caserta al Consiglio generale della Fai Cisl Campania. “Occorre scongiurare situazioni di crisi che sarebbero insostenibili sia socialmente che economicamente – ha aggiunto il sindacalista – per questo ci appelliamo al Premier Conte, ai ministri del Lavoro e dello Sviluppo Economico affinché si concentri l’imposta sulle plastiche che non sono idonee a subire più rigenerazioni per essere riutilizzate. Tutti insieme dobbiamo valutare le conseguenze occupazionali di questa tassazione, che così come concepita in manovra colpirà 50 mila lavoratori e 3 mila aziende. Una tassa che, tra l’altro, non impedirà a chi oggi inquina, di continuare a farlo”.

Ufficio stampa FAI-CISL

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here