Coronavirus, è scontro sulle dichiarazioni di Zangrillo

0
21

Una dichiarazione che ha acceso immediatamente le polemiche sulla pandemia, ma che ha trovato anche altre voci comuni. Il nuovo coronavirus “clinicamente non esiste più” e “terrorizzare il Paese è qualcosa di cui qualcuno si deve prendere la responsabilità”. A sostenerlo è Alberto Zangrillo, direttore della terapia intensiva del San Raffaele di Milano.
Il presidente del Consiglio superiore di Sanità Franco Locatelli accoglie con “assoluto sconcerto” e “grande sorpresa” la dichiarazione.
Per il sottosegretario alla Salute Sandra Zampa è “un messaggio sbagliato che rischia di confondere gli italiani”.
Ma che il virus non sia più lo stesso lo sostiene pure il direttore della clinica di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova Matteo Bassetti, secondo cui il virus “potrebbe ora essere diverso: la potenza di fuoco che aveva due mesi fa non è la stessa potenza di fuoco che ha oggi.