Lutto/ E’ morto il filosofo Gianni Vattimo

0
9

Il panorama culturale italiano piange uno dei suoi esponenti più in vista.

Tra i più noti filosofi italiani e tra i massimi esponenti della filosofia ermeneutica a livello mondiale, tradotto in varie lingue, studioso e originale prosecutore del pensiero di Martin Heidegger, Gianni Vattimo è morto all’età di 87 anni a Torino.

Pubblicità

Era stato ricoverato negli ultimi giorni all’ospedale di Rivoli, con accanto Simone Caminada, 38 anni, assistente e compagno.

E’ stato allievo di Luigi Pareyson, dal quale derivano i suoi originari interessi per l’estetica, avendo come compagno di studi Umberto Eco con cui ha condiviso amicizia e interessi, laureandosi in filosofia nel 1959 all’Università di Torino. Oltre alla giovanile militanza nell’Azione Cattolica, Vattimo fu con Eco anche tra i pionieri della televisione italiana.

Vattimo si è poi specializzato all’Università di Heidelberg con Hans Georg Gadamer e Karl Löwith.

Nel 1964 divenne docente nell’Università di Torino, prima come professore di estetica, poi (dal 1982) come professore di filosofia teoretica.

Negli anni Settanta fu preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Ateneo torinese, di cui era diventato dopo il pensionamento professore emerito.

Pubblicità